TU DA CHE PARTE SEI? VALUTIAMOLO CON IL TEST BIOIMPEDENZIOMETRICO

Il test bioimpedenziometrico: un test utile a tutti

Se uno sportivo e vuoi controllare i risultati del tuo allenamento? Hai un sottopeso che può considerarsi una magrezza fisiologica oppure no? Hai un sovrappeso ma con una buona presenza di massa magra o una scarsa presenza di muscolo e un eccesso di liquidi? Stai seguendo una dieta e vuoi valutarne i reali risultati? Convivi con una patologia e vuoi fare attenzione mantenere il muscolo per non peggiorare lo stato nutrizionale?

Facciamo un esempio sulle tante situazioni in cui il test bioimpedenziometrico è di aiuto:

Scompenso cardiaco: qui occorre controllare la presenza dei liquidi. E’ per questo che ilo medico prescrive i farmaci diuretici. Continuare la terapia nonostante i liquidi si siano stabilizzati potrebbe causare una disidratazione pericolosa per il paziente. Con questa semplicissima analisi bioimpedenziometrica possiamo evitarlo.

Valutiamolo insieme con IL TEST BIOIMPEDENZIOMETRICO per un intervento nutrizionale mirato e personalizzato

Perdere principalmente muscolo vuol dire ABBASSARE IL METABOLISMO BASALE E DETERIORARE LO STATO NUTRIZIONALE!!

Ma scendiamo nel dettaglio e vediamo cosa possiamo valutare con l’eame bioimpedenziometrico riportandovi un esempio di un referto di una delle mie paziente che si è rivolta a me per perdere peso.

Nel tempo abbiamo controllato con il test bioimpedenziometrico, che la perdita di peso fosse dovuta alla perdita di massa grassa. E’ importante nei casi di grosse perdite di peso controllare che la perdita di muscolo sia contenuta e che il calo di peso si dovuto principalmente alla perdita di grasso.

 Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *